Agricoltura biologica: sai cos’è?

Lui è felice: è un maialino bio!

Lui è felice: è un maialino bio!

Se ne parla sempre di più e se ne sa sempre di meno: o no? Si immagina soltanto che sia qualcosa di buono, che rispetta l’ambiente e non fa male al consumatore.

C’è un criterio semplicissimo per decidere se una catena produttiva sia biologica oppure no: fa bene alla natura e fa bene all’uomo? Fa bene al produttore e al consumatore, così come all’economia in genere? È un principio che si definisce “olistico”: o la gestione della terra (e di ciò che consegue) si prende cura di tutto questo insieme di cose, e di tutti gli attori in campo… oppure non è biologica.

Si tratta di una vera e propria “filosofia” della produzione: il mondo in cui viviamo è qualcosa di integrato e in sé inscindibile. Ma è l’uomo ad esserne il custode.

La terra. L’agricoltura biologica preserva la naturale fertilità del terreno, senza “spremerlo troppo”. Così come evita di inquinare il suolo: sono quindi banditi i concimi chimici (la cui produzione, peraltro, necessita di un grande contributo di energia).

Con una precauzione: tutto ciò che non è provato scientificamente che faccia bene, va tenuto fuori dalla filiera produttiva (è il caso, ad esempio, degli Organismi Geneticamente Modificati). Nell’ottica, sempre, di mantenere un agro-ecosistema equilibrato, autosufficiente, stabile. E che produca cibi sani ma ad alto contenuto nutrizionale.

L’uomo che gestisce la terra  e i suoi prodotti. È un individuo con delle necessità sociali, non va dimenticato, e va posto nelle condizioni di operare serenamente: con relazioni umane adeguate tra i vari livelli della filiera. Considerando, fatto da non poco, il diritto degli esercenti ad essere protetti da povertà e indigenze: il sistema biologico deve pensare anche a loro.

L’uomo che consuma i prodotti della terra. Un numero non eccessivo di intermediari protegge i suoi diritti di consumatore. E per quanto riguarda il cibo… È fin troppo abusato il detto di Feuerbach “L’uomo è ciò che mangia”. E ancor di più, quello latino “Mens sana in corpore sano”: lo stesso principio olistico a base dell’agricoltura biologica.

L’economia. Quali effetti globali può avere tutto questo? Pensaci.